Spinta offensiva, intraprendenza e assist: chi è Abdoul Guiebre, il prossimo terzino del Bari

Il FOCUS su Abdoul Guiebre

Dopo un primo sondaggio risalente alla scorsa estate, il Bari sembra adesso davvero affondare il colpo su Abdoul Guiebre. Il calciatore del Modena, attualmente impegnato in Coppa d’Africa con i colori del Burkina Faso, sarà il rimpiazzo numerico dell’ormai ex biancorosso Gianluca Frabotta, il cui prestito è stato risolto qualche settimana fa. Scopriamo passato, presente e ipotetico futuro del principale obiettivo del Bari sull’out mancino.

Guiebre
Copyright: Modena FC

Chi è Guiebre: le prime esperienze con Rimini e Rieti, l’esplosione a Monopoli

Classe 1997 originario del Burkina Faso ma cresciuto in Romagna, le esperienze calcistiche giovanili di Guiebre avvengono tutte nella provincia di Forlì: due anni nel New Team, altrettanti al Ronco e quattro anni al Meldola. Nel dicembre 2016, il Rimini lo nota e lo porta con sé; con i biancorossi, Guiebre sarà uno dei protagonisti assoluti della doppia scalata dall’Eccellenza alla Serie C, schierato da quinto di centrocampo sulla sinistra, risultando più utile in fase di realizzazione che non in quella di assist.

Dopo il positivo triennio con il Rimini, è il Rieti che lo porta con sé, nel girone C di Serie C. L’esperienza in Lazio dura, tuttavia, pochi mesi, esaurendosi nel dicembre 2019. Guiebre trascorre la prima parte del 2020 da svincolato; nel settembre 2020 è il Monopoli che lo mette sotto contratto. In biancoverde, il classe 1997 si fa notare definitivamente come uno dei migliori esterni della Serie C: nei due anni in Puglia è una continua spina nel fianco per le difese avversarie e, soprattutto nel secondo campionato risulta il miglior esterno sinistro del raggruppamento meridionale, accumulando ben 9 assist.

Guiebre
Copyright: SS Monopoli 1966

Le esperienze più recenti: il campionato vinto a Reggio e l’inizio a Modena

Nell’estate del 2022 il Modena si assicura le prestazioni di Guiebre per 250mila euro ma, con Azzi titolare, non riesce a trovare posto al nuovo acquisto, mandandolo così in prestito all’ambiziosa Reggiana, nel girone B di Serie C. Nel 3-5-2 di mister Aimo Diana, Guiebre è una delle armi principali nel ribaltare l’azione, servendo sia passaggi bassi che cross, anche da quinto a quinto, servendo gli inserimenti profondi dell’esterno opposto Guglielmotti. Con la Reggiana, Guiebre mette a segno 2 gol e 6 assist, vince il campionato e si guadagna definitivamente il torneo cadetto.

Dopo l’esperienza granata, quest’estate Guiebre è tornato in gialloblù per rimanerci. Tuttavia, la prima parte di campionato non è stata delle migliori: qualche partita da titolare, alcuni subentri e tante panchine. Mister Paolo Bianco ha spesso preferito calciatori più rodati come Cotali o Ponsi alla spinta offensiva di Guiebre, anche in virtù della sua prudente difesa a 4, nella quale il calciatore burkinabè avrebbe rischiato di andare in affanno.

Nel mese di gennaio, Guiebre non ha figurato tra i convocati del Modena, ma non per una ragione di carattere tecnico; l’esterno, infatti, sta difendendo i colori della sua Nazionale in Coppa d’Africa, il Burkina Faso, una nazionale outsider ma nondimeno valida, che vanta all’interno del suo gruppo calciatori di assoluto valore.

Guiebre

Guiebre nel Bari di Marino

Dal punto di vista tecnico, Guiebre è un esterno che gioca sulla sinistra, di piede mancino. Alto 1,78, fisicamente non è un colosso, ma si difende piuttosto bene. È dal punto di vista atletico che questo calciatore dà il meglio di sé: quando viene lanciato in campo aperto apre una falcata impressionante, sia con la palla che senza. Le sue accelerazioni sono difficili da contenere; sebbene dal punto di vista tecnico non sia sempre pulito, riesce spesso a trovare i compagni con filtranti, sia alti che bassi, nell’area di rigore avversaria. Non manca qualche gol nel suo arsenale, benché non spicchi per freddezza sotto porta.

A primo impatto, la soluzione naturale per Guiebre sarebbe quella di vederlo terzino sinistro, alternativa di un Ricci in ottimo stato di forma. Andrà sicuramente pensato un sistema per tutelarlo difensivamente: dovrà essere così Edjouma, mezzala del suo lato, ad aumentare lo sforzo difensivo. Dal punto di vista offensivo, Guiebre dovrà essere innescato con soluzioni in velocità sul lato debole; è, dunque, preferibile che il Bari sviluppi la manovra sul centrodestra, per far collassare la squadra avversaria da quel lato e trovare così il suo innesco sulla sinistra come terzo uomo libero dal lato opposto.

Sulla sua fascia, l’ex Monopoli troverà un partner potenzialmente ideale in Peppe Sibilli. Il fantasista napoletano, infatti, tende ad accentrarsi più spesso; così facendo, potrebbe lasciare tanti spazi da attaccare in profondità all’esterno sinistro, portando via il terzino destro di ruolo. A livello di assistenze, Guiebre avrà un ottimo appoggio aereo in Puscas, che potrebbe ribadire in gol diversi suoi cross, ma anche in Marco Nasti, che deve migliorare la tecnica di impatto di testa ma ha dei colpi interessanti in questo fondamentale.

Senza dubbio l’innesto di Guiebre darà al Bari un’ulteriore soluzione da quel lato del campo. L’obiettivo del calciatore nativo del Burkina Faso è quello di affermarsi definitivamente in un campionato, quello di Serie B, che per ora ha vissuto solo come comparsa. L’aria del barese gli fa bene, visto l’eccellente esperienza a Monopoli; ora arriva il biancorosso per fare un altro salto di qualità.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU FACEBOOK.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU INSTAGRAM.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU YOUTUBE.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER (X).

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITCH.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TELEGRAM.

By Gianluca Losito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Correlati